Icona di facebook
SAPETE DI COSA SONO COMPOSTI I VOSTRI ARREDI IN LEGNO?

SAPETE DI COSA SONO COMPOSTI I VOSTRI ARREDI IN LEGNO?

27 Dicembre 2019

LEGNO MASSICCIO, PANNELLI IN LISTELLARE O IN TRUCIOLARE PER I VOSTRI ARREDI IN LEGNO?

Quando si parla di arredo in legno, nella nostra mente appaiono subito delle tavole in legno massiccio, che, abilmente lavorate e gestite dalle mani dei falegnami, vanno a dare forma a un mobile.

In realtà, la composizione in legno degli arredi nasconde un mondo celato ai più, che si riflette in variazioni di caratteristiche tecniche e di prezzo non indifferenti.

COME POSSONO, QUINDI, ESSERE COMPOSTI I NOSTRI ARREDI IN LEGNO?

  • Legno massiccio o massello

Gli arredi in legno massiccio sono quelli che subito saltano in mente alla parola “arredi in legno”.

Sono, quindi, costituiti da legno pieno, quello vero e puro, naturale, ecologico e sostenibile, considerato pregiato, resistente, il migliore per realizzare un arredo, economicamente permettendo.

L’anima, invece, dei nostri arredi in legno non massiccio è composta da un pannello di legno composti, che può essere listellare o truciolare (anche mdf e multistrato), rivestito poi da un sottilissimo tranciato di legno, il piallaccio, o da laminato.

  • Pannello in listellare

Una serie di listelli di legno lo compongono, solitamente di pioppo o abete, attentamente stagionati e selezionati, che, disposti longitudinalmente ed incollati tra loro, vengono racchiusi in sfogliati di legno, dando così forma al pannello in listellare.

Il risultato è un pannello le cui caratteristiche, leggerezza, stabilità, durata nel tempo e lavorabilità, lo rendono più pregiato rispetto a quello in truciolare, ma più economico rispetto al legno massiccio.

  • Pannello in truciolare

Un agglomerato di trucioli, risultanti dallo scarto della lavorazione del legno, sottoposti ad un processo ad alta pressione, che utilizza resine per tenerli insieme, dà forma al pannello in truciolare. Proprio la lavorazione ad alta pressione con resine conferisce al pannello durezza, stabilità e una certa idrorepellenza.

Si tratta, quindi, di un pannello economico che prende vita da materie prime di basso costo.

QUALE COMPOSIZIONE INTERNA SCEGLIERE, DUNQUE, PER I PROPRI ARREDI IN LEGNO?

Se la scelta è influenzata dall’aspetto economico, il pannello in truciolare consente di contenere i costi, a dispetto però di durata e “salute” del nostro arredo. Infatti, un mobile in truciolare dura meno e, se danneggiato, non si presta facilmente ad essere aggiustato, in quanto tende a sbriciolarsi. Al contrario, gli arredi in legno massiccio richiedono un impegno economico nettamente superiore, ma con il tempo, acquistano valore, anche estetico.

A metà strada tra il valore del pannello in truciolare e il legno massello, il pannello in listellare è sicuramente più nobile e resistente rispetto a quello in truciolare, risultando, di conseguenza, anche più costoso. Una scelta che mira, quindi, a un arredo dalle caratteristiche tecniche non indifferenti, pur contenendo, per quanto possibile, i costi.

QUALE CUCINA SI ADDICE ALLA TUA CASA?

Per ogni situazione esiste la giusta cucina! Ecco alcune idee per progettare una cucina funzionale al 100% che si adatti al vostro stile, alla vostra personalità ed alle vostre esigenze.

LACCATO: UNA FINITURA MINIMAL ED ELEGANTE

Laccato lucido, opaco, goffrato o a poro aperto? Finiture ottimali per ottenere un arredo lucente, dal forte impatto scenico e che valorizza i colori della vostra casa.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo!

CONTATTACI PER AVERE ALTRE INFORMAZIONI

Autorizzo il trattamento dei dati personali. Dettagli.

Informativa Privacy

Informativa privacy per la raccolta dati

*Attenzione: se rifiuti non potrai inviare il messaggio!
Rifiuto
Accetto